Scrivete a Leonardo Caboni

E-mail
Esposizioni
Album
Gatti
Articoli & Riviste
Cataloghi
Libri

 

Testata

LEONARDO CABONI

Mostra Personale

dal 3 al 13 ottobre 2015

Palazzo delle Arti - Napoli


(Per vedere gli ingrandimenti, cercare in ´´Opere´´ il quadro nell´anno corrispondente)

Il mondo riconciliato di Leonardo Caboni

Foto dei quadri
di
Ferdinando GATTA

Ferdinando Gatta

info@ferdinandogatta.com

Ho conosciuto Leonardo Caboni trentanni fa. Il fratello Sandro, oggi bibliotecario all´Abbazia greca di San Nilo a Grottaferrata, lavorava con me alla nascita di una nuova biblioteca a Roma. Ricordo molto bene la prima visita alla casa di Grottaferrata: un bel viale rettilineo con pini marittimi giganteschi ai due lati, un passo carraio dimensionato per una cinquecento ed un villino rossiccio fasciato dedera al centro di un giardino silenzioso con mille specie di piante ed duna fontana al centro di un viale di ghiaia bianca. Solo dopo un po vedo i gatti: Ventiquattro - mi dice Leo - ma alcuni sono in giro

Napoli-13

2012 - Arrivi e partenze
 olio e tempera su tela su tavola cm 49,5x63

Una scala esterna conduce al primo piano. Conosco anche la mamma e Cecilia, la sorella. La mamma - dolcissima- ha un delicato e delizioso accento romano e mi fa un sacco di complimenti. La casa prende molta luce ma ci sono anche pesanti tendaggi alle finestre che la schermano.

Napoli-16

2010 - I Canarini di Pulcinella
 olio e tempera su tela su tavola cm 50x40

Lo studio di Leo è piccolissimo. Vi entrò come in un sacrario. Un enorme cavalletto verticale, libri d´arte e quadri appoggiati ordinatamente a terra, in fila, che mi voltano la faccia. Uno alla volta li mette per me sul cavalletto con la delicatezza e la sicurezza con cui si mettono a letto i bambini. Ricordo soprattutto un quadro orizzontale di grandi dimensioni: una divinità maschile, damascata di muschi e licheni, distesa su di un fontanile. Da un grande balcone, salendo per una scaletta a chiocciola in ferro, raggiungo il grande terrazzo superiore, delimitato da un normale mughetto non troppo alto. Attorno giganteschi pini ed una vista sulle alture del Tuscolo costellate di resti romani.

Napoli-1

2014 - Verso sera
tempera e olio su tela su tavola cm 43x90

Ora che per la mia insistenza - convinto come sono della sua maestria - Leonardo espone per la prima volta, in una personale, a Napoli è come se mi restituisse quella prima visita e tutti i ricordi in essa racchiusi.

I dipinti esposti al PAN - inediti anche per me e in gran parte recentissimi - sono un´antologia di temi e di motivi cari a Leonardo: la presenza di animali (gatti, soprattutto, e poi tartarughe, cani, conigli, pappagalli, pesci, uccellini, orsi, tassi,…); oggetti e luoghi quotidiani (un terrazzo con l´immancabile parapetto-confine, un panorama - quasi sempre la pianura romana vista dai Castelli - un telefono, un giocattolo, una finestra, un automezzo, un tessuto,…); citazioni di artisti (qui Vermer, Velásquez e Vouet, in altre opere di Caravaggio e Veronese) o di opere d´arte (busti e statue in marmo, bronzi,...).

Napoli-10

2013 - Colle Mannaro
tempera e olio su tela su tavola 54x55

Napoli-20

1998 - L'isola di Staffa
53x131

Ma tout se tient. Uomo, natura, animali, oggetti sono loro stessi e stanno armonicamente assieme nei dipinti di Leo: splendono di luce propria come nelle nature morte e, allo stesso tempo dialogano fra di loro con grande semplicità e naturalezza, valorizzandosi a vicenda quasi in una gara di altruismo e di generosità per vedere chi tiene il campo nel quadro.

Napoli-2

2014 - L'acquario dell'antiquario
 tempera e olio su tela su tavola cm 50x45

È questione di realismo magico - attento ai soggetti raffigurati, al colore e alla forma - ma anche metafisico perché Caboni guarda coscientemente soprattutto a Giorgio de Chirico e Arnold al Böcklin ma, senza saperlo, echeggia anche il tomismo iscritto nella Divina Commedia.

Napoli-3

2014 - La sosta
 tempera e olio su tela su tavola 75x75

Ci sollecita con il linguaggio coerente della sua arte a volerci riconciliare con il mondo, prendendosi cura di questa casa comune, per dirla con le parole di un testo recente di un altro Francesco.

Napoli-6

2014 - I gatti di Velàzquez
tempera e olio su tela su tavola cm 65x65

Non è questione di surrealismo, seppure contenuto nei limiti del possibile comè stato sufficientemente detto.

Napoli-4

2014 - Il sogno dietro il quadro
tempera e olio su tela su tavola cm 36x40

Leonardo racconta - contempla, vede e addita allo stesso tempo-un mondo riconciliato che rimanda al Laudato si´ dell´assisiate.

Napoli-5

2014 - I musicanti di Brema
tempera e olio su tela su tavola cm 50x45

Napoli-8

1993 - Fortune Terrene

Napoli-7

2012 - Gli Ozi di Capri
 tempera e olio su tela su tavola  cm 38x58

Napoli-9

2014 - Epifania due - il gatto di Annigoni
tempera e olio su tela su tavola cm 65x65

Napoli-14

2011 - Piccolo Cesare
olio e tempera su tela su tavola cm 31,5x42

Napoli-15

2011 - La partenza
olio e tempera su tela su tavola cm 60x79,5

Napoli-18

2006 - A VETVSTATE ROBVR
tempera e olio su tela su tavola cm 75x60

UpViolet

Napoli-11

2014 - Buen Retiro
tempera e olio su tela su tavola cm 83x62

Napoli-12

2012 - L'attesa
olio e tempera su tela su tavola cm 61,5x61

Napoli-17

2010 - Alla luna d'agosto
tempera e olio su tela su tavola cm 57x70

Napoli-19

2004 - Il confine della notte
olio e tempera su tavola cm 85x80