Scrivete a Leonardo Caboni

E-mail
Esposizioni
Album
Gatti
Articoli & Riviste
Cataloghi
Libri

Foto dei quadri
di
Ferdinando GATTA

Ferdinando Gatta

info@ferdinandogatta.com

BackViolet

 

Testata

B÷cklin

La foto di Arnold B÷cklin a Villa Bellagio (San Domenico) che ha ispirato il dipinto
Le delizie del volo

Il dipinto di Leonardo Carboni  Le delizie del volo (versioni I e II) dichiarato come "omaggio ad Arnold B÷cklin", Ŕ una fantasia sull┤interesse dell┤artista ad osservare il volo degli uccelli. Per tutta la vita, B÷cklin ha sognato di poter volare, ed era convinto che avrebbe guadagnato di pi¨ con l┤invenzione di un velivolo che con la sua pittura.

In base alle sue conoscenze sull┤osservazione del volo degli uccelli, costruý nel 1882 e il 1883 - periodo nel quale cre˛ le prime versioni del suo pi¨ celebre dipinto L┤isola dei morti - con allievi ed amici un apparecchio per volare, fatto di canne di bamb¨ e teli di lino, che poi avrebbe voluto provare sul terreno scosceso ("Piazza calda") a Vigliano, a nord ovest di Firenze.

Le sue due costruzioni completate e pronte al volo andarono per˛ distrutte ancora a terra, a causa di un violento temporale con grandine e di un fortissimo colpo di vento, ancor prima che l┤artista potesse salire sul suo aeroplano.

Nell┤agosto del 1883, dopo un secondo tentativo non riuscito a Vigliano, B÷cklin fece costruire un altro apparecchio sul "Tempelhofer Feld" a Berlino, dotandolo per la prima volta di un┤elica a forma di ruota alata che avrebbe dovuto funzionare con un motore (troppo pesante). Anche in questo tentativo di volo l'apparecchio and˛ distrutto a causa di un violento colpo di vento.

Dopo il fallimento dei suoi esperimenti di volo, B÷cklin finalmente si rassegn˛, e nel 1894 scrisse ad un amico di Zurigo che sarebbe morto col desiderio non realizzato di volare, insieme a molti altri, pure non realizzati.

 

Hans HolenwegBasilea 
20 Dicembre 2009 

Traduzione dal tedesco di WalburgaStoker  

UpViolet